Il gruppo Ballata Bellica nasce nel 2002 dall'incontro dei due musicisti Cristian Luise (Gog) e Danilo Turchetti (Magog).

Entrambi arricchiti da precedenti esperienze artistiche, maturate sia nel campo della musica che in quello del teatro di strada, decidono di unificare i loro sforzi formando un duo (cornamusa e percussioni) dedito principalmente alla riscoperta ed interpretazione di brani antichi e musiche popolari.

Dedicano così i primi mesi della loro attività ad uno studio puntuale sul repertorio e sulla strumentazione, facendosi costruire appositamente i loro strumenti in Germania da esperti artigiani.

La filosofia dei Ballata Bellica tende così ad unire un rispettoso studio delle fonti a una volontà forte di offrire uno spettacolo vitale e coinvolgente anche per un pubblico non abituato alla musica antica. A questo scopo, il gruppo, si avvale di una potente base ritmica, di costumi confezionati direttamente dai musicisti e arricchisce i propri spettacoli con alcuni numeri da sputafuoco.

Con la volontà di rimettersi sulle tracce degli antichi giullari e unire così l’esecuzione musicale al gesto teatrale ed acrobatico, Giovanni Toni (Ioannes Rotularius), esperto giocoliere, si unisce da subito al gruppo conferendo agli spettacoli dei Ballata Bellica un sapore unico ed originale.

Il 2004 vede l’ingresso tra le fila di Pierluigi Ratto (Fra’ Gomorra), un virtuoso delle percussioni che con grande espressività e preparazione tecnica contribuisce in modo determinante all’arricchimento della base ritmica.

Il repertorio presentato spazia dalle melodie dei codici manoscritti del periodo Medievale fino ai brani tratti dalle raccolte a stampa del Rinascimento. Vengono eseguiti anche brani di origine popolare nel caso che questi, anche se non databili, possano comunque vantare origini antiche.

In occasione di particolari periodi dell'anno (ad esempio per il Natale) il repertorio viene completato con brani adatti all'occasione.